In Volta! DICEMBRE 2021

SOPRA IL VULCANO:

“transeuganica” al caldo sud!

Sembra sarà un freddo Dicembre ma ci son posti caldi, sopra e sotto, per andare in volta!

Una gita che scalda il cuore e le gambe: grandi prospettive, terreni aspri e dolci: panorami dal sapore eterno che hanno ispirato grandi poeti .

Sessanta km gagliardi per mille metri circa di dislivello, belli spalmati in entusiasmanti ” dentini” che solo ‘sti coni vulcanici sanno regalare.

La traccia è garantita per tutto il mese!

Solo belle sorprese!

Scaricala!

Promuovi l’ iniziativa, dona un soldino!

La compagnia è anche garantita nei seguenti giorni di Dicembre 2021:

sabato 4;

venerdì 17;

sabato 18;

Domenica 19;

lunedì 27.

Partenza alle ore 9;

arrivo previsto per le ore 16.

Aloha Bikes, Abano Terme.

Seguici su Instagram: in.volta
seguici su Twitter: In volta!
chatta su Telegram: https://t.me/+dgZcfXiKtP01NGNk

Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato in Novembre! Abbiamo raccolto 90 euro! 70 sono stati utilizzati per coprire le spese di Novembre e 20 per le perlustrazioni per Dicembre. Non è rimasto un centesimo per la colonnina ma confidiamo in Dicembre. Noi cercheremo di spendere il meno possibile per la logistica!

“Se vedin in volta!”

TirannoCroSS rimandato a breve (speriamo)

Lo sappiamo, il cross vive anche di pioggia e fango ma se il circuito è uno solo e non ci sono tempi morti…Altrimenti ci si ammala. Allora, visto che qui i circuiti sono tre e tra uno e l’ latro si vorrebbe star almeno asciutti e caldi a farsi, magari, anche na birra, aspettiamo un meteo meno feroce. Domani è troppo brutto, o almeno così scrive l’ Arpav, e non se ne fa nulla. A breve vi comunicheremo la nuova data. Scusate per il disturbo ma crediamo sia meglio così.

Quindi domani, sabato 27 Novembre 2021, NON si terrà l’ iniziativa.

In volta!

Gite in gravel garantite e a ripetizione.

In breve!

19, 20, 21, 22 Novembre 2021

Venerdì, sabato, Domenica e lunedì ripetiamo lo stesso percorso per cercare di pedalare con tutti Voi….E se proprio non potete, scaricatevi la traccia! Per tutto il mese di Novembre è costantemente controllata!

Giro del Monte Tormeno per bici Gravel e Cross Country.

Anello di 40 Km, 1200 m di dislivello in salita.

Partenza alle ore 9 di ciascun giorno in piazza ad Arsiero, davanti alla fontana del municipio.

Arrivo previsto in piazza ad Arsiero per le ore 15.30′ circa (per chi vuol stare in gruppo).

Scarica il percorso!

Se ti piace e ne vuoi ancora, aiutaci con una piccola donazione: ” Ogni giossa bagna!” ( bagna anche una sola goccia!).

Per esteso!

Da parecchio tempo ne discutiamo tra associati e ora è tempo di partire!

Xe ora de n’dare IN VOLTA! (E’ ora di andare in giro! Come si dice nell’Alto vicentino, espressione che mi è sempre tanto piaciuta, quanto suonata esotica, per uno spaesato come il sottoscritto).

Non vi svelo tutto il progetto; vorremo, io e gli altri associati che mi hanno dato il via libera per questa ciclo azione, raccontarvelo lungo una salita, o durante una pausa, mentre siamo in giro coi nostri ferri.

Vogliamo vedere se potrebbe essere, se vi può piacere, sentire anche i vostri suggerimenti dal vivo, scrutare i vostri volti al ritorno, anche solo per vedere se c’è sopra un sorriso di circostanza o genuino: mica sarà obbligatorio esprimersi al riguardo!

Per i prossimi mesi, all’incirca fino a Primavera, se la situazione politica ce lo permetterà, vi proponiamo un bel giro; né troppo lungo, né troppo corto. Niente di impegnativo ma nemmeno troppo facile. Con un dislivello di cui andar fieri senza però esagerare. In posti, tutto sommato, conosciuti, eppure con angolini inediti, mai così lontani eppure non nei paraggi. Con la ghiaia che basta, magari un simpatico single track da fare agganciati ai pedali senza problemi e quell’asfalto, quell’asfalto che mai ha visto traffico, che quando arriva sei contento di averlo sotto il sedere.

E non sarà un “evento”, ma una semplice gran bella pedalata senza brutte sorprese. Perché?

Perché la traccia sarà garantita tutto il mese in cui viene proposta. Garantita significa che sarà pulita, senza inconvenienti tipo stade interrotte, frane impraticabili, ponti crollati e altre amenità che molto spesso rovinano percorsi scaricati dal web, magari ottimi, ma non costantemente controllati.

Avete voglia di farvi un giro diverso dal solito, fuori dalle palle? Vi scaricate la traccia e partite quando vi va, da sole o da soli o con chi vi va: solo belle sorprese!

Non vi va di andarvene “in volta” da sole o da soli? Od organizzare il giro con i compagni di mille avventure diventa difficile? Vi va di “cambiare aria” e incontrare gente nuova? Beh, come dice un mio amico che la sa lunga, il ciclismo in compagnia è n’altro sport! E penso abbia ragione! Ecco allora il pezzo forte dell’iniziativa, credo: anche la compagnia sarà garantita! Per quattro diversi giorni del mese: un venerdì, un sabato, una Domenica e un lunedì! Che anche quelli che lavorano il sabato e la Domenica hanno voglia di andare “in volta”!

Certo, lo so, ciascuno ha la sua andatura e nessuno vi verrà a dire “ Hei, amico, aspettaci!” o “Dai bello/a; datti na mossa!”. Chi vorrà correre potrà farlo; anche solo salutarci alla partenza e poi non farsi più vedere! O farsi trovare appena finita la salita. O come caspita gli va! Ma chi va con calma avrà sempre qualcuno a fianco. Al minimo dovrete accontentarvi del sottoscritto.

Non dovrete iscrivervi mandando una PEC; segnalare la vostra presenza riempendo un form; prenotare in largo anticipo per il “pacco” regalo: quei quattro giorni sono garantiti, vi presentate al posto e all’ora stabilita, con la traccia scaricata sul vostro macachetto (dispositivo gps in gergo) e si va “in volta”!

Non ci sarà nessuna guida che ti dice come diavolo devi mettere il culo in discesa, nessun esperto della “guerra dei mille anni” inevitabilmente combattuta in quel posto, nessuno stop per osservare minuziosamente le tipiche escrezioni fossili del giurassico, nessuna fermata a mangiare formaggio con la marmellata di rapa, o per bere vino acido in catalisi. Un gran bel giro in bici con la tua gravel o mtb XC. E ti fermi dove vuoi a far quello che ti pare, in compagnia o da sola/o, oppure sempre insieme, oppure un po’ in compagnia e un po’ da sola/o…..Oppure ti fai na moto e cambi sport!

Pensiamo possa essere una faccenda carina e vi invito a provarla! E, se volete, a dirci cosa ne pensate, a vostra volta😉.

Se vi piacerà e ne vorrete ancora non dimenticatevi di fare una piccola offerta all’associazione; “in volta”, cioè mentre siamo in giro: se riusciremo a coprirci un minimo le spese, e magari raccogliere qualche fondo per le iniziative del sodalizio, proporremo ogni mese, da qui a Marzo, una nuova occasione per andare, bello “pulito”, in volta!

Se ti piace e ne vuoi ancora, aiutaci con una piccola donazione: ” Ogni giossa bagna!” ( bagna anche una sola goccia!).

Scarica il percorso .gpx di Novembre

ULTIMO CONTROLLO DEL PERCORSO 11 NOVEMBRE 2021…LA PROVA VIDEO QUI SOTTO!😅

In video

In video e in Italiano, o quasi.

IN CASO DI MALTEMPO EVITATE DI INTRAPRENDERE L’ITINERARIO; PER UN CONTATTO DIRETTO SEGUITE “In volta!” sui social che preferite tra quelli qui sopra

Breve descrizione dell’ anello


Dalla piazza di Arsiero si raggiunge la “Strenta” e la successiva, vecchia e suggestiva strada degli “Stancari”.
Trovare subito fuori dal paese un ambiente così selvaggio e aspro non lascia indifferente  nemmeno il ciclo viaggiatore più smaliziato. La morfologia tormentata lascia rapidamente spazio ad una aperta e rigogliosa valle che pare enorme, appena usciti dalla “strenta”, subito dopo la notevole confluenza dei torrenti Posina e Rio Freddo e, invece, si attraversa in un baleno, per iniziare a percorrere la Valle di Riofreddo.

Superate alcune contrade, all’altezza di Crosara si svolta decisamente a sx per iniziare la salita che ci porterà, prima alle contrade Draghi e Busati e infine alle malghe Zolle. Dopo aver superato malga Zolle di Dentro si taglia per na stradaccia a sx e finalmente si balla in discesa dopo una Lunga danza misurata in salita.

Il Tormeno ormai è a portata di piede.

Consiglio di lasciare la bici alla curva a gomito nei pressi della  solinga Sella del Tormeno, nel caso si volesse impiegare quella mezz’ oretta per andare e tornare dalla sommità: prestare attenzione! Luogo ricchissimo di fauna selvatica e relativa presenza abbondante di zecche una volta usciti dai sentieri battuti.


La discesa si fa entusiasmante volando su una forestale in piú punti ricoperta da un abbondante strato di foglie: Intersechiamo la valle di Zolle, la Barbarena e la Barbarena Bastarda, non lasciamoci prendere solo dalla conduzione del mezzo! Qualche momento di pausa meritano queste valli dai nomi evocativi.

Dopo due “pontare” (salite brevi e intense) asfaltate giungiamo alla prima contrada di Tonezza: Valle II. Da qui la traccia ci porta a girovagare brevemente per il piccolo quanto ameno altopiano dove, in due occasioni , per qualche minuto potrebbe anche darsi che si debba scendere per brevissimi tratti, ai più, tra i quali il sottoscritto, impraticabili in sella. Ritornati sul bitume si attraversa Tonezza e si risale brevemente  dietro la chiesa del paese. Poco avanti lo Chalet regala inaspettate atmosfere Country per chi ha resistito alla voglia di farsi na birra passando per il centro.

Dopo una breve discesa su sentiero erboso  la traccia svolta decisamente a sinistra su una breve scalinata in “saliso”  ( sassi incastrati) che il sottoscritto preferisce affrontare a piedi, soprattutto se la situa si fa umida.

La traccia ora ci porta sulla strada vecchia che scende a Barcarola in Val d’ Astico: la strada, abbandonata, sarebbe chiusa ma si può passare  tranquillamente in bici, fate attenzione ai sassi sul manto stradale e a due punti dove il ciglio a valle è parzialmente ceduto. Verso gli ultimi tornanti una frana ha devastato il manto stradale e dei semplici passaggi ci permettono di superarla con la bici a mano. Non fate i fenomeni! Riinforcato il ferro e subito in statale, attraversiamo l’Astico su di un ponticello, per trovarci sulla pista ciclabile della Val d’Astico.
Per superate parecchie balze la ciclabile è tutto un sù e giù violento fino alla “Pria”: celebre e caratteristico luogo balneare sulle gelide e cristalline acque del torrente che in questo luogo forma laghetti profondi e spiaggette deliziose, alternate a piccole falesie.

All’ altezza di Seghe di Velo la traccia ci fa abbandonare la ciclabile per Cogollo e puntare, passando per una notevole zona industriale, alla parte finale della ciclovia costruita sopra la vetusta ferrovia in disuso. Ora non abbiamo più bisogno del navigatore: l’ imponente duomo di Arsiero si avvicina rapidamente a ogni pedalata.

Sempre “sù con le antenne” e buon giro!

Alessio Zago

vedi la cartina e ascolta la descrizione raccontata

Se ti piace e ne vuoi ancora, aiutaci con una piccola donazione: ” Ogni giossa bagna!” ( bagna anche una sola goccia!).

Per seguire meglio la faccenda e/o se hai da scriverci qualsiasi cosa usa i tasti qui sotto che piú ti piacciono…Anche tutti! Via!

Porta el cero al Santo!

La traccia per partire domani, e prendersi il lusso anche di perdersi e poi ritrovarsi!

Un vincitor pentito, che pegno pagherà

il 13 Novembre l’ impegno onorerà!

È d’uopo che il ciclista che vince la tenzone

un cero porti al Santo in veloce processione.

E noi mai paghi siamo di menare pedivelle

Venite! Lo seguiamo su le bianche stradelle.

Alla Patavin basilica il cero deponiamo,

conclusosi poi il sacro, non resta che il profano!

Tosto fuori dalle urbane disgrazie, in mezzo alla cangiante verzura

tracannerem violento spirito in Villa, brindando all’ avventura!

Messere Emanuele da Padova, deve ancora portare il cero vinto ex equo con Messerere Filippo da Piove, nell’ormai lontano 2019! lo farà, sabato 13 Novembre e noi che siam suoi sodali lo seguiremo in questo pegno!

Siete tutti invitati ad ingrossare l’ allegra processione!

Tutte le info sulla chat Telegram ” elsantogravel”

TIRANNOCROSS rally edition

TirannoCroSS

RALLY EDITION


Sabato 12 Febbraio
Ritrovo ore 20.30’
Partenza ore 21
Rock Drop Bike Park
San Zenone degli Ezzelini (TV)

L’anno scorso ce la siamo goduta così tanto, anche se in pochi, che riproponiamo il TirannoCroSS in versione Rally! E in notturna, per giunta!

Lo riproponiamo perché pensiamo sia qualcosa da condividere: ci piace condividere quello che ci sembra bello e inusuale. E per finirla lo riproponiamo perché abbiamo voglia di andare a manetta che ci si gioca tutto in pochi giri e poi a far festa!


Non è proprio tutto uguale eh! Che l’anno scorso manco potevamo parcheggiare vicini! E poi questa volta si ritorna a girare di notte!

La serata funziona così: ci si ritrova al Rock Drop alle 20.30′. Si parte tutti assieme, alle 21, in bici alla volta del circuito esteno e intanto si scaldano le gambe. Si arriva allo start della “gita” tutta sterratoni veloci. Si fa un giro tutti assieme per controllare con calma svolte e punti tecnici, si arriva nuovamente allo Start; vi verrano date le indicazioni per la partenza e Via! Quarantacinque minuti a manetta!

Mentre correte sarà attivo il punto beveraggi e custodia giacche.

Ovviamente, se non vi va di spendervi completamente in pista potete soffermarvici quanto vi aggrada!

Finito il tempo si ritorna allegramente al Rock Drop, per spararsi qualche altra birretta davanti al fuoco e premiare il più veloce e la più veloce, con e senza marce. E una lotteria per tutti i partecipanti, con premi donati dal nostro sponzor!

Regolamento:
“Ama e fa ciò che vuoi” (e porta delle luci belle potenti)

La partecipazione è gratuita, tuttavia vi saremo anche grati se , soddisfatti, vorrete lasciarci un piccolo obolo che servirà a coprire le spese e, nel miglire dei casi anche a sollevare un poco le stanche finanze associative.

Non facciamo troppo tardi che al mattino ci aspetta la ….

GRAPPA VIOLENTA!

Ringraziamenti & suggerimenti a “El Santo gravel”

Ieri è stata proprio una bella giornata! Il meteo ci ha regalato un bel sole che ha accompagnato il torneo dall’alba al tramonto! Tra i torneatori nessuna defezione o ritardo; madame e messeri partiti all’alba, o poco più tardi, son tutti tornati, calcando la via definita quest’anno, con grande soddisfazione.

E’ d’uopo riportare qualche suggestione al riguardo.

Il passaggio per la stazione ferroviaria di Padova a non tutti è piaciuto; il prossimo anno, se a Dio piace, ci ritroveremo al torneo e risolveremo la questione; lo stesso dicasi di chi, pur partecipando con gaudio a questa, e alle precedenti edizioni, suggerisce di cambiar percorso per la prossima volta, magari passando per i bastioni patavini a meridione. Ancora ci è stato suggerito di far indugiare la traccia intorno al lago di Camazzole, anche nei dintorni di Camposampiero come, del resto, di percorrere tutta la Strada Piovega che, da Pagnano di Asolo, porta fino a Borso del Grappa: quasi tutte cose già fatte nelle precedenti edizioni, difficili da mettere assieme senza accumulare una quantità di chilometri ben sopra quelli percorsi ieri. Ci consola che a tutti sia piaciuto il ritorno da Padova veloce e diretto per il Muson dei Sassi.

Altri consigli riguardo ad una istituzione di quote rosa più ragguardevoli non ci può che trovare favorevoli; la richiesta sarebbe stata un po’ più schietta, tuttavia il registro aulico, ivi tentato, non permette di riportarla.

Ieri la Brenta si è mostrata in tutta la sua magnificenza autunnale: la parte più amena del torneo di quest’anno, senza dubbio.

Ringraziamo tutti i torneatori! Con particolare gratitudine quanti hanno voluto onorarci con una generosa donazione per accaparrarsi lo stendardo: l’associazione vive economicamente ed esclusivamente delle donazioni che vengono elargite durante le manifestazioni promosse. Ci piace offrire gratuitamente una buona e bella giornata in bici ma, se ci lasciate qualche euro in dono, potremmo offrirvene qualcuna di più.

Ringraziamo sentitamente Messer Marti e tutto lo staff del VAM per la disponibilità e la cornice fantastica che da anni ci mettono, gratuitamente, a disposizione.

I signori associati, in assemblea dopo il tramonto di ieri, ringraziano unanimemente il Presidente Messer Emanuele che tanto ha pugnato quest’anno!

Sono stati raccolti euri 365; ancora mille grazie a tutti Voi, generosi benefattori.

Come da accordi daremo il 50% delle donazioni all’artista, nonchè ex socio fondatore, che da sempre realizza gli stendardi – anche a messer Mauro i nostri più sentiti ringraziamenti – e il restante, tolte le spese per stoffa e adesivi (40 euri), andrà in banca per mantenere attivo il conto corrente necessario per essere una associazione di promozione sociale: 142,5 euri. Una sommetta che ci permette di tirare il fiato per alcuni mesi.

Ci siamo incontrati e abbiamo corso assieme in una bellissima giornata di Ottobre: mi pare una cosa bella e buona!

A pres!

Foto e commenti della giornata sul gruppo pubblico Telegram “elsantogravel”

Traccia de “El Santo gravel” 2021

Buongiorno torneatori! Ecco, come promesso, a Voi la traccia. Da percorrere dapprima a occidente, poi a meridione e, finalmente a settentrione o, per dirla prosaicamente, da percorrere in senso antiorario!

https://drive.google.com/file/d/1S6mLJu1WvbApHDotiVibG05yC2irMul_/view?usp=sharing

Pregiatevi di fare attenzione nei seguenti tratti menzionati:

Nel tratto suggestivo, poco prima di Bassano, andateci piano e se il manico in fuoristrada un po’ manca, scendete e godetevi la verzura sulle rive del fiume con una breve e amena passeggiata; non infastidite i feroci saladini pedonati.

La giostra prende tutto un altro sapore quando arrivate a Padova; qui occhi aperti e pestate forte che la velocità è vincente contro draghi e chimere, fumiganti ai fuochi fatui dei semafori; al contrario, nelle ciclabili andate con calma, per evitare impatti con incapaci, eventuali, grossi, felloni o meno, monopattinati.

A Domenica, all’alba! Se vi garba!

PS l’alba, Domenica 24 Ottobre, è alle 7.42, in quel di Villa Albrizzi; Potete iniziare il torneo da quel momento. VAM Bar e parcheggio aperti dalle ore 7.15′, all’aurora.

El Santo gravel è bandito!

Si stupiva un dì un ciclista:
" Un torneo in bicicletta,
'na sciocchezza mai vista!"
Molto sciocco, o signore,
è soltanto il tuo stupore,
Prendi il ferro e mena forte,
la tenzone è alle porte!
 Adunanza in Villa Albrizzi Marini all'aurora.

Il torneo inizia all'alba e termina al tramonto di Domenica 24 Ottobre 2021.

Per la traccia stabilita, e disponibile qui due giorni prima,È CONSENTITO raggiungere la Basilica del Santo e tornare.

Bisboccia al Vam Bar e asta dei nuovi limitati stendardi, realizzati dal nostro xilografo preferito.

Il motto di quest'anno è:

"Verba nulla habemus!"

Wild Pa.Ca. Alpin gravel 2021

DOMENICA 29 AGOSTO

Recoaro Terme

Teniamo alto l’ affare e ritroviamoci per questa ormai classica gitona selvaggia tra Pasubio e Carega!

80 Km, 2700 m di dislivello tutto pedalabile e croccante: Recoaro, P.sso Xon, Staro, Staro Mille, Polembise, P.sso Pian delle Fugazze, Colle Xomo, Bocchetta Campiglia, Strada degli Scarrubbi, Porte del Pasubio, Rif. Papa, Strada degli Eroi, Strada delle Sette Fontane, P.sso di Campogrosso, Valfredda, Parlati, Malga Lora, La Gazza, Rif. Battisti, Le Montagnole, Pizzegoro, Monte Spitz, Recoaro.

Ritrovo e partenza alle 8 dal piazzale della seggiovia di Recoaro.

Non è prevista alcuna iscrizione ma se qualcuno si sente più a suo agio a pagare 70 o 100 euri ci faccia un bonifico! 😜 Chi vorrà potrà invece contribuire in loco con una offerta per l’ associazione; vi facciamo la foto ricordo, mentre brindate dopo l’arrivo, che fa tanto anni ruggenti!

Ci si vede sui monti delle Piccole Dolomiti!

Traccia disponibile qui dal 27 Agosto.