DOMENICA MATTINA

Affari al mercato di Crespano

Kona Ute e Nihola Big parcheggiati al mercato di Crespano
Kona Ute e Nihola Big parcheggiati al mercato di Crespano

Alla Domenica mattina a Crespano del Grappa c’è il mercato.

Inforcare i nostri mezzi a pedali, caricarci la prole e partire per questo paese sotto l’Ardosa, fare la spesa, e magari prendere messa se arriviamo in tempo, è sempre un piacere, anche quando il cielo non promette bene…basta essere preparati anche all’eventualità di essere strigliati da un acquazzone.

Se venite da sud, o da occidente, una volta raggiunto Liedolo il paesaggio diventa di una dolce bellezza che ti viene da piangere, pensando che fino a pochi decenni fa tutta la regione era, se non così bella, almeno simile! La strada è in leggera salita, che diventa pesante se ti porti nel mezzo o tiri anche 40 kg di figliolanza più gli accessori vari: un’ottima alternativa all’allenamento del ciclista con moglie abbastanza sportiva e figli non ancora cresciuti e impazienti.

Una volta arrivati si capita in un mercato di vastità considerevole, affollato da tutte le genti che in questi anni abitano quella parte di Pedemontana: Veneti e Italiani foresti, Europei della zona dei Balcani, Africani, Asiatici e anche rappresentanti delle Americhe…eppure qualche turista anglofono! Ho sentito alcuni “mugunare”, ma io lo vedo qui il Veneto! Una entità di genti e territorio, da sempre costretta in istituzioni che accetta per buon vivere ma non fa sue per superarle, che ha percorso decine di secoli, mantenendo una identità fluida, inclusiva e aperta, che ha assistito all’avvento e al disfacimento di istituzioni potenti e longeve …Sarà pure un Veneto bottegaro e mercantile, che non guarda in faccia a nessuno e fa affari con tutti…Ma da qualche parte bisogna pure partire; l’interesse personale o di gruppo ha sempre tenuto al riparo i nostri antenati dallo stupido razzismo che tanti danni ha fatto negli ultimi decenni da ste bande. Quando sono a Crespano, la Domenica mattina, mi pare di stare nell’antica Adria, quell’avamposto commerciale verso la selvaggia Europa qualche millennio fa, dove assieme vivevano Veneti, Etruschi, Greci, Celti e – lo testimonia il Museo Nazionale Cittadino – per moltissimo tempo, i pezzi di metallo più pericolosi in circolazione furono gli spiedi.

Partite una Domenica mattina alla volta di Crespano in bici con tutta la famiglia!

Non aspettate sempre le biciclettate organizzate per muovere quello che non scrivo altrimenti il pezzo mi scade!

Andateci con  calma e arriverete felici; sarete nel migliore degli stati d’animo per godere la vicinanza di gente vera, da tutto il mondo…E si fanno anche ottimi affari!

Alessio Zago

SSWC2013 senza marce e senza gente che si prende (troppo) sul serio

Esattamente un mese fa si è tenuto, sotto il Gran Paradiso, il Campionato Mondiale di Single Speed!

2013-09-07 10.09.44

Mai avrei pensato di partecipare a delle competizioni di MTB pur andandoci, in MTB, da quando le chiamavamo Rampichini!

Da pochi mesi mi sono avvicinato a questa disciplina che prevede di “viaggiare” in monomarcia o, come dicono gli anglosassoni, almeno quelli sboccati…ad una sola fottuta velocità.

Di primo acchito sembra una stupidaggine ma se provi, anche una sola volta, ti accorgi del contrario…se ora dovessi tenere una sola bici per le uscite di solo divertimento, e sono molto tentato… Terrei la SS!

Ma ritorniamo ai campionati mondiali che si svolgono sotto la sigla SSWC (Single Speed World Championship) seguita dall’anno corrente. Non vi sto a raccontare che razza di banda di matti che ho incontrato; preferisco soffermarmi sulle mie sensazioni da neofita… E la sensazione più grande è quella di stare sereni e in pace con il mondo intero, curioso per una competizione, non vi pare? Sicuro, una gran parte dei trecento partecipanti da tutto il globo erano, e sono, degli ottimi rider, ma tutti rilassati (figuratevi poi quelli molto meno bravi e quelli a zero tecnica e poco allenamento come me)e recettivi solo nel godere appieno una festa di tre giorni che ha trovato il culmine in una gara dal percorso fantastico! Orario di partenza? Quando tutti sono pronti! Trovi la bici senza la ruota anteriore e ti accorgi che metà dei partecipanti, hanno lo stesso problema…uno scherzo degli Inglesi! Sono tutte ammucchiate in fondo al prato!

Resti indietro durante la notturna con il faretto rotto, ti prenderanno per il c… per il resto dei tuoi giorni ma chi se ne frega…ti aspettano!

2013-09-07 10.10.00

Arrivi al primo ristoro, dopo averci dato dentro di brutto e trovi una bella Pils da mezzo…obbligatoria e gradita.

E se ti capita di vincere … un bel tatuaggio sulle chiappe…e gli altri …tutti secondi!

Senza cambi sei un bel po’ meno macchina e molto più…bestia!

Andatevi a vedere qualche video e qualche foto!

Fate i bravi!
https://vimeo.com/74196095

https://vimeo.com/74258330

http://www.youtube.com/watch?v=CsW2evtB_oc&feature=youtu.be

https://www.facebook.com/pages/SSWC-2013-photos/

Joelette

In quante famiglie, classi scolastiche e altre istituzioni, dove sono presenti persone con difficoltà negli spostamenti autonomi, si rinuncia ad uscite nella natura o, semplicemente, ad una passeggiata in ZTL. Esistono mezzi meravigliosi per muoversi tutti assieme, dappertutto, senza motori! Uno di questi mezzi è la Joelette; il nostro primo obiettivo! Aiutaci ad acquistarne, le metteremo a disposizione delle istituzioni e delle famiglie che condividono le loro giornate con persone che non sono in grado di camminare o di andare in bicicletta autonomamente!

 

 

Sito ufficiale e pagina Facebook della Ferriol Matrat, azienda produttrice della joelette, carrozzella da fuori-strada per disabili. 

 

 

Screenshot_13

Screenshot_1

Piano… Per Bassano 2013, pedalata nella settimana europea della mobilità sostenibile

Tuttinbici Fiab – Il 2254866_200 settembre a Bassano del Grappa si svolgerà una biciclettata cittadina, intitolata Piano… per Bassano. Con l’intento di sensibilizzare i cittadini all’uso della bicicletta, di riscoprire il piacere di utilizzarla e di valorizzare i tanti significati della mobilità senza motore, un gruppo informale di cittadini, sostenuto da Tuttinbici – Fiab e da molte associazioni locali, si è attivato per realizzare un evento di forte impatto per la collettività.

A muoverli è il desiderio di abitare una città con un’impronta ecologica più leggera, in cui tutti coloro che si spostano possano godere degli stessi diritti e della stessa sicurezza.

A sposare le motivazioni dell’evento è il Comune di Bassano del Grappa che ha concesso il patrocinio, assieme all’Azienda Sanitaria Ulss 3. Sono molti inoltre gli sponsor locali che sostengono la manifestazione.

La partecipazione e il sostegno alla biciclettata diventano quindi un segno d’interesse verso una mobilità attenta alle esigenze di tutti i cittadini, compresi i bambini e i ragazzi, gli anziani e le persone diversamente abili affinché tutti possano muoversi in sicurezza, anche senza motore.

La mobilità sostenibile e, in particolare, il ciclismo urbano, se opportunamente sostenuti e incentivati, possono diventare un forte strumento di sviluppo del tessuto economico locale, attraverso la promozione del cicloturismo, attualmente in fortissima crescita in tutta Europa. Esso si traduce rapidamente in ricchezza diffusa per i territori attrezzati a gestirlo in modo adeguato.

La biciclettata è dunque un ponte che vuole collegare le istanze di cittadini sensibili e attenti al futuro con quelle di chi si occupa della salute pubblica, delle attività produttive, della politica e dell’amministrazione della città fino ai singoli quartieri, strumento fondamentale per il passaparola e per il coinvolgimento diretto della popolazione.

Domenica 22 settembre l’appuntamento è per le ore 9 al Parco Ragazzi del ’99. Dopo le iscrizioni e i saluti istituzionali si parte per il percorso che è semplice e si svolge su superfici e pendenze adatte a qualsiasi utenza, attraverso la città di Bassano. A metà del percorso è previsto un ristoro presso il centro ricreativo di Quartiere Rondò Brenta, mentre l’arrivo con ristoro finale è previsto per le 13:30 al Parco Ragazzi del ’99.

La quota d’iscrizione è di 4 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini fino ai 14 anni e comprende l’assistenza meccanica in caso di necessità, due ristori e l’estrazione di numerosi e ricchi premi alla fine del percorso.

Il percorso è messo in sicurezza presso gli attraversamenti critici. L’organizzazione consiglia l’uso del casco e del gilet ad alta visibilità.

In caso di pioggia la manifestazione si terrà domenica 29 settembre 2013.

Fonte: bassanopiù.com