CicloQuotidianità

Il nostro primo, piccolo, ciclorifugio!

Avvertenza: se non avete voglia di leggere, o non ce la fate, guardatevi il video con la musica qui sotto, realizzato appositamente per voi;  raccoglie tutte le informazioni essenziali in 1′ e 21″.

Naturalmente può visionarlo anche chi vorrà leggere.

Proprio in questo periodo, l’inverno scorso, durante una delle nostre assemblee buttai lì, ai quattro soci, la piccola idea di un’officina di emergenza: libera e gratuita, da realizzare in una zona di incontro di parecchi sentieri e stradine, lontana dai servizi: insomma un posticino a cui far riferimento se giri nei paraggi e devi sistemare guai che non puoi risolvere col multitool e soliti kit di emergenza. L’assemblea mi diede l’Ok e allora mi misi all’opera; che in CicloAzione funziona così: ciascuno porta un’idea da agire e se tutti l’approvano, ed è conforme allo statuto, il socio la può portare avanti con l’aiuto dell’associazione e/o come iniziativa dell’associazione stessa: non capisco perché siamo sempre in 4 gatti! 🙂

Per questa iniziativa ho fatto le cose in casa visto che scomodare le istituzioni, sulla base di progetti interessanti, è pressocchè impossibile se non conti un cazzo! Aspettati vari mesi per avere una risposta ufficiale alle nostre richieste, dopo riunioni, perdite di tempo e menate varie senza alcun riscontro ho optato per il piano B.

Bisogna sempre avere un piano B che annichilisce, almeno parzialmente, il potere dei burocrati!

Guarda caso! Il luogo dove avevo scelto di realizzare questo ciclorifugio è anche il luogo dove ho casa mia! E in un muro di casa mia pianto gli attrezzi e il cavalletto e metto a disposizione di bikers e ciclisti anche un piccolo riparo che si sa, i guai arrivano sempre quando piove! Anche il suolo dove potrete sostare è di mia proprietà! E che nessuno venga a rompervi i coglioni mentre state li a imprecare mettendo le mani sul movimento centrale o su un disco storto! Siete ospiti miei e di Ciclo Azione se avete dei problemi con la vostra bella bici!

Non metto le foto, vi invito a venire a vedere di persona il manufatto; tra l’altro, per chi non lo conosce,il luogo dove è collocato è un posto veramente carino, degno perlomeno di una visitina: l’avevo addirittura destinato a mia abitazione stabile prima che scelte sconsiderate mi allontanassero da quelle montane contrade.

Se vi va, Domenica 5 Marzo 2017 festeggiamo assieme questa piccola cosetta che, spero, aiuti qualche ciclista con la bici in panne per i prossimi anni a venire e, spero ancora, sia un piccolo esempio che qualche altro segua migliorandolo.

Nell’ultima assemblea non è sembrato opportuno ai soci dedicare qualche soldo per fare festa nel giorno dell’inaugurazione, quindi vi dovrete accontentare di wurstel, patate fritte e qualche birretta…Comunque niente male no? 🙂

Per godere di tutto ciò sussistono tuttavia due condizioni da soddisfare:

1 dovete arrivare in bicicletta; poco importa se con 1000, 100 o 10 km sulle gambe;

2 dovete portare una camera d’aria rattoppata ma utilizzabile, da mettere a disposizione degli sprovveduti senza risorse che bucano nei paraggi: vanno bene i formati più comuni da 26/ 27,5/ 28/29 “.

Allora! Amici, conoscenti, curiosi sconosciuti! Vi aspetto per inaugurare questa piccola utile struttura, realizzata grazie alle donazioni percepite durante il Beer Supported Bike Trip “LSD” e durante il torneo de “El Santo gravel, in glaream recte”: un sentito ringraziamento a tutti i Biker e Ciclisti che, partecipando ai suddetti due ciclo giochi, hanno reso possibile questa nuova ciclo azione! Naturalmente questi ultimi saranno gli ospiti d’onore!

Per sapere quante patate pelare datemi un cenno, se ritenete oppportuno impreziosire l’inaugurazione con la Vostra presenza. Grazie.

A presto!

Vostro, o meno, Alessio Zago

 

Annunci

5 thoughts on “Il nostro primo, piccolo, ciclorifugio!

  1. Ciao! Visto che non commenta mai nessuno, o quasi, ho di proposito omesso l’indirizzo, sperando che qualcuno lo chiedesse! 🙂
    Chiedete e vi sarà dato!
    Contrada Busellati, Valli del Pasubio, Vicenza.
    Fatemi sapere con qualche giorno di anticipo se venite!
    Alessio

  2. ciao sembra che veniamo in tre, uno vegetariano perciò bastano 2 wurstel e patate quelle si!mi mandi sms con l’indirizzo e spiegazioni su strada al cell 340 3468900ciao andrea

    • Ciao, ho cambiato menù per via del tempo incerto che non ho voglia di friggere sotto la pioggia. Quindi il vegetariano va alla grande perché il pranzo prevede riso e fagioli….con più salse per condire, spezie, olio e aceto. Birre rimaste! Spero questo non vi dispiaccia.
      Per raggiungere Contrada Busellati ci sono più strade e sentieri.
      Queste sono le coordinate geografiche del ciclorifugio 45°43’06.4″N 11°14’04.8″E
      se le vuoi mettere in un dispositivo gps eccole qui 45.718433, 11.234658
      Cerca su google maps con le coordinate perché “Busellati” non li trova, per ora.
      DOVETE GUADAGNARVELO IL PASTO! Non è mica na roba da cicloturiusti, c…! 😉

      Alessio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...